La partnership con Trento Film Festival | SKIPASS

La partnership con Trento Film Festival

La Guida all’Acquisto di SciareMag
16 Ottobre 2020
MyPass Ski per sciare in totale libertà
20 Ottobre 2020

Se è vero che il Trento Film Festival rappresenta dal 1952 un laboratorio di riflessione sulle terre alte del Pianeta, attraverso il cinema, la letteratura e il continuo confronto tra esperti e gente di montagna, gli sport invernali e la loro evoluzione nel tempo sono stati da sempre un focus importante della rassegna. In questi quasi settant’anni di vita, la storia del Festival si è intrecciata con lo sviluppo delle discipline sportive invernali e con la nascita di pratiche sempre nuove. Pratiche che si sono via via estese all’intero mondo dell’alpinismo, contaminandosi a vicenda in un continuo processo di innovazione e rinnovamento. Per questo motivo la collaborazione con il Trento Film Festival è un’occasione importante per aprire nuovi sguardi su questo mondo poliedrico e in continua trasformazione, spazio di innovazione tecnologica, molto spesso anticipatore di tendenze culturali che entrano poi a fare parte dell’immaginario collettivo.

Il salone modenese sarà anche in questo 2020 il punto di riferimento di addetti ai lavori, professionisti, sportivi e appassionati: sarà uno dei primi eventi dal vivo post lockdown e proprio per questo sarà speciale, così come lo è stata la 68esima edizione del Trento Film Festival.

Una delle novità di quest’anno è proprio la partnership tra Skipass e Trento Film Festival, grazie alla quale verrà proiettato in fiera uno dei film presentati a Trento a fine agosto. Sabato 31 ottobre alle 15.00 nell’Area Main Events i visitatori del salone potranno assistere alla proiezione del film Con le mie mani di Mattia Venturi (Italia / 2020 / 69’), pellicola che a Trento ha vinto il Premio BIM, assegnato al miglior film che documenti azioni di attenzione e tutela dell’ambiente e delle risorse naturali, con particolare riferimento all’acqua. Il film offre un ritratto inedito del territorio trentino e della Val di Fiemme in particolare, attraverso quattro protagonisti (un imprenditore del legno, un celebre liutaio, una scienziata e una guida alpina) che raccontano il loro rapporto con la montagna e la natura. Sarà presente alla proiezione e verrà intervistato il produttore del film, Alessandro Garofalo, fondatore e titolare di Garofalo & Idee Associate ed esperto di innovazione.